Logbook of an italian cooperant in Middle East – and elsewhere

Déjà Vu

One year ago…

Esattamente un anno fa, i miei genitori tornavano a casa, dopo aver passato una settimana qui in Giordania. Non mi sono mai sentito così solo in vita mia, come quei giorni.

Un anno fa, avevo pochissimi amici ad Amman – cinque? sei? – e passavo le mie serate vedendomi film al computerino (mitico “netbook”) mentre cenavo.

Un anno fa, Shakira (quanti post ci siamo passati noi scout, sulla copia del “nostro” ban Zamina?) e K’Naan ci facevano entrare nella febbre del Mondiale.

Un anno fa, stavo andando per la seconda volta in vita mia a Gerusalemme. Non avevo nessuna intenzione di andare dopo la prima brutta esperienza. Ma la mia capa Bárbara mi ci ha quasi trascinato. E da quel momento la mia percezione della Città Santa sarebbe cambiata totalmente.

Un anno fa, insieme alla mia visione di Gerusalemme, la mia vita stava per prendere una piega totalmente inaspettata.

Ma esattamente un anno fa, non mi sarei immaginato niente di tutto ciò. Nemmeno che questa canzone, involontariamente, mi avrebbe accompagnato verso una nuova vita.

Exactly one year ago, my parents went home after spending a week here in Jordan. In my entire life, I had never felt so lonely as in those days.

One year ago, I had very few friends in Amman – five? six? – and I used to spend my nights watching movies  with my netbook while having dinner.

One year ago, Shakira (how many posts we scouts wrote about the fact that she had copied “our” dance Zamina!) and K’Naan made ​​us get into the World Cup fever.

One year ago, I was going to Jerusalem for the second time. I didn’t want to go, after a bad experience. But my boss Bárbara practically dragged me there. And, from that moment, my perception of the Holy City would be totally changed.

One year ago, with my vision of Jerusalem, my life was about to take a completely unexpected turn.

But exactly one year ago, I would not have imagined anything like this. Not even this song,  which unintentionally accompanied me to a new life.

Annunci

What a déjà vu…is he or not like my brother?

Ecco la pubblicitá della Trident, che mi ha fatto impazzire in questi giorni: ad Amman ogni 50 metri c’é un cartello con la foto…di mio fratello! Lui stesso, al quale ho mandato la foto, si riconosce…Abbiamo trovato uno dei suoi 7 sosia!

Every 50 meters, in all the roads of Amman, there is a Trident billboard eith…my brother. Amazing! Also he recognizes himself…we found the first of his 7 doubles around the globe.

He could easily come to Jordan and tell everybody: “I am Andrea Rotunno, Trident testimonial”.